UILTUCS

Sciopero nazionale della ristorazione collettiva

Manifestazione umbra martedì 4 giugno a Terni

PERUGIA – E’ proclamato per il 4 giugno prossimo lo sciopero nazionale di Ficalms Cgil, Fisascat Cisl e Uiltucs per la ristorazione collettiva associate ad Amir e Angem. La manifestazione regionale si terrà martedì 4 giugno alle 11 a Terni, davanti alla sede Authentica Spa, in viale dello Stadio 77. 

Lo sciopero sarà di 8 ore e di un turno lavorativo ed è stato necessario in seguito alla diffida da parte delle imprese della ristorazione collettiva associazione in Anir e Angem nei confronti delle organizzazioni sindacali firmatarie del contratto, dall’intraprendere qualsiasi determinazione inerente il Comparto della ristorazione collettiva. “In altre parole – dicono i sindacati – a più di tre anni dalla scadenza del CCNL e ad un anno dalla ripresa del negoziato, le imprese della Ristorazione collettiva associate ad ANIR e ANGEM minacciano chi vuole arrivare ad un rinnovo in grado di garantire condizioni salariali dignitose alle lavoratrici e ai lavoratori del settore”.

“Il percorso avviato da tempo sui temi riguardanti la sfera normativa, la classificazione del personale e gli incrementi salariali rischia di subire ulteriori rallentamenti a causa di una presa di posizione irresponsabile da parte di alcune delle imprese del settore: (AUTHENTICA SPA – EUROTOURIST NEW SPA – DUSSMANN SERVICE SRL – SERENISSIMA SPA – EURORISTORAZIONE – SIRISTORA GLOBAL SERVICE – VIVENDA SPA – COMPASS GROUP ITALIA SPA – GRUPPO ELIOR – GENESI SRL – PEDEVILLA SPA – SODEXO ITALIA SPA -ITALCATERING SRL – FELSINEA RISTORAZIONE SRL -SER CAR RISTORAZIONE COLLETTIVA SPA – SIR SISTEMI ITALIANI DI RISTORAZIONE)”.

“Denunciamo – proseguono i sindacati – la forte irresponsabilità delle imprese nei confronti dei propri lavoratori, alla luce di un contesto nazionale che deve ancora fare i conti con l’inflazione. La diffida non è altro che l’ennesima umiliazione che vogliono infliggere alle lavoratrici e ai lavoratori. Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltucs annunciano dunque l’avvio di assemblee sindacali retribuite presso i luoghi di lavoro, per fare il punto su tutte le iniziative in cantiere, a cominciare dalla denuncia a tutte le committenze pubbliche e private, al fine di tutelare i diritti delle lavoratrici e dei lavoratori che lavorano nel settore. Proclamiamo lo stato di agitazione e il blocco di qualsiasi forma di flessibilità per tutte le lavoratrici e tutti i lavoratori del comparto dipendenti delle suddette imprese e proclamiamo lo sciopero nazionale di lavoratrici e lavoratori delle imprese aderenti ad Anir ed Angem per l’intera giornata/turno di lavoro di martedì 4 giugno 2024”.

Uffici stampa Cgil, Cisl e Uil Umbria

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Leggi anche
Close
Back to top button